TwitterFacebookGoogle+

Mostra il seno al prete: «Sono malata?» Il don tocca, lei lo ricatta e va a processo

The Vatican Prepares For The Departure This Week Of Pope Benedict XVIUna 36enne e il marito accusati di estorsione: tra le minacce anche filmati osè che non esistono. Il parroco ha pagato almeno 5.300 euro.
Si scopre il seno e invita l’uomo che ha davanti a toccarlo perché possa verificare che non abbia una malattia grave come teme. L’uomo appoggia la mano e non avverte problemi anche perché, dirà poi, non ha competenze. Infatti l’uomo è un anziano parroco del Ravennate. Quel maldestro consulto, avvenuto la scorsa primavera in parrocchia, è l’inizio di una storia che ora vede il rinvio a giudizio per la donna e il marito accusati di estorsione continuata in concorso: in meno di un anno si sarebbero fatti consegnare almeno 5.300 euro dal prete minacciando promettendo anche la diffusione di filmati che in realtà non esistono. Lei è una triestina di 36 anni, lui è un romano 40enne: entrambi senza fissa dimora ma ufficialmente residenti a Rimini.

La storia emerge dalle colonne del quotidiano La Voce di Romagna oggi in edicola. Il primo incontro fra la donna e il prelato avviene con la richiesta di tremila euro come aiuto per cavarsi da certe situazioni. Il don temporeggia, le chiede i documenti, poi sborsa senza che lei lo ricatti. Cosa che accadrà invece a distanza di qualche tempo: vuole altro denaro per non raccontare l’episodio del seno e altre presunte molestie. Addirittura il marito si presenta in canonica per fare pressioni arrivando a dire di non temere nemmeno i carabinieri. Poi arrivano telefonate e sms dai toni pesanti e così a fine luglio, anche grazie al consiglio di un amico avvocato, il prete si presenta dai carabinieri. La coppia viene fermata: ammettono di aver ottenuto soldi ma concessi spontaneamente in cambio di prestazioni sessuali. Il gip non li ritiene attendibili.

http://www.ravennaedintorni.it/ravenna-notizie/44877/mostra-il-seno-al-prete-sono-malatail-don-tocca-lei-lo-ricatta-e-va-a-processo.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.