TwitterFacebookGoogle+

Multitasking addio, stressa e non è produttivo

Roma – Multi-tasking addio, la nuova frontiera per vincere lo stress e aumentare la produttivita’ e’ fare una cosa alla volta: lo sostiene James Rouse medico naturopata, autore del libro “Think Eat Move Thrive” e cofondatore di Healthy Skoop.

Sono finiti i tempi dello smartwatch al polso, Siri nel palmo della mano e la notifica della mail sullo schermo del computer. Il cervello umano e’ programmata per pensare una sola cosa, alla volta, quindi facendo piu’ cose insieme si perde tempo e si rischia di fare tutto male, perche’ la mente e’ occupata di piu’ a pensare all’attivita’ successiva. “Passando da un’attivita’ all’altra – spiega Rouse – producciamo il 50 per cento in meno rispetto a quello che potremmo fare impegnandoci su una cosa alla volta”. Mentre ci sono molti esperti che danno consigli su come avere successo facendo piu’ cose insieme, James Rouse insegna ai suo pazienti come concentrarsi su una sola attivita’ alla volta e come diventare un single-tasker, che in altre parole puo’ essere tradotto in ‘stare lontani il piu’ possibile dal telefonino’.

Ecco  come diventare ‘single-tasker’ in sette mosse:

1) Cambiare una cosa al giorno nelle abitudini quotidiane;

2) Non guardare il telefonino o il televisore quando si sta insieme agli altri, “perche’ il multi-tasking e’ contagioso”;

3) Iniziare la giornata nel modo giusto, molti dormono con il telefono cellulare vicino al letto mentre “sarebbe meglio lasciarlo in un’altra stanza in modo da essere costretti a mettere i piedi a terra prima di guardarlo e avere il tempo di fare un respiro profondo prima di fare qualsiasi altra cosa”;

4) Fare una passeggiata all’aria aperta senza tablet, cellulare o computer “ci permettera’ di entrare in sintonia con i luoghi, gli odori e i rumori che ci circondano”;

5)Ritagliarsi del tempo ogni giorno per dedicarsi ad una cosa importante da fare, “il modo migliore per non distrarsi e’ evitare di rimandare”;

6)Abbracciare qualcuno riduce lo stress: “bastano pochi secondi per ottenere grandi risultati, le coccole rilasciano ossitocina, l’ormone che aiuta a sentirsi meglio”;

 7)Non smettere di provare: “anche se a volte sembra difficile potersi concentrare solo su una cosa, non bisogna smettere di provarci”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.