TwitterFacebookGoogle+

Nasce l'Auditel delle radio, prima misurazione ascolti in 2017

Milano – Si chiama Tavolo editori radio (Ter) ed e’ una srl nata con l’obiettivo di rappresentare in modo unitario emittenti radiofoniche pubbliche e private, locali e nazionali. La societa’, costituita ufficialmente il primo aprile scorso, ha riunito oggi per la prima volta il consiglio di amministrazione per avviare i lavori. Il primo obiettivo, dichiarano i vertici, sara’ realizzare “gia’ nel 2017” una ricerca che misuri gli ascolti del sistema su tutte le piattaforme di trasmissione, in maniera “oggettiva e imparziale”. Ter sara’ presieduta almeno per un triennio da Nicola Sinisi, direttore di Radio Rai; con lui altri 16 consiglieri di amministrazione e un comitato tecnico composto da 16 persone, tutte espressione degli associati. Il capitale sociale della srl e’ di 110 mila euro, suddiviso per il 70% fra le antenne nazionali e per il restante 30% tra associazioni che rappresentano emittenti locali presenti in almeno 13 regioni e con una media di almeno 5 milioni di ascoltatori al giorno. La fetta piu’ consistente fa capo alla Rai, che ha contribuito con circa 17 mila euro al capitale sociale. (AGI)Inviato da iPad Mi3/Car

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.