TwitterFacebookGoogle+

Natale: Coldiretti, 1 italiano su 3 ricicla i regali (+2%)

(AGI) – Roma, 28 dic. – Piu’ di un italiano su tre (35 per cento) ricicla i regali indesiderati appena scartati sotto l’albero di Natale. E’ quanto emerge da una analisi Coldiretti/Ixe’ dalla quale si evidenzia che la tendenza e’ in crescita del 2 per cento rispetto allo scorso anno. Si tratta di un business particolarmente consistente se si considera che le famiglie italiane hanno scartato regali per un valore di 3,9 miliardi con un taglio in valore del 5 per cento rispetto allo scorso anno. La grande maggioranza degli italiani che ricicla lo fa a favore di parenti e amici (85 per cento) che possono apprezzare l’oggetto ricevuto in dono ma – sottolinea la Coldiretti – una buona percentuale (27 per cento) preferiscono darli invece in beneficenza. Tra i piu’ pragmatici – continua la Coldiretti – c’e’ un 12 per cento che li restituisce al negozio cambiandolo o chiedendo un buono mentre il 17 per cento li rivende su internet. I prodotti con il minor tasso di “riciclo” sono quelli dell’enogastronomia per i quali – sostiene la Coldiretti – si trova sempre l’occasione di consumo mentre piu’ a rischio sono i capi di abbigliamento, i prodotti per la casa o quelli tecnologici che sono molto gettonati tra gli acquisti di Natale. Per il Natale gli italiani hanno speso in media circa 200 euro secondo l’indagine Coldiretti/ixe’ dalla quale si evidenzia che sul podio degli omaggi piu’ gettonati sono saliti – i capi di abbigliamento e gli accessori con il 42 per cento, i prodotti alimentari anche nei tradizionali cesti preferiti dal 37 per cento ed i libri scelti dal 34 per cento degli italiani. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.