TwitterFacebookGoogle+

Naufragio nell'Agrigentino, recuperato uno dei due corpi

Palermo – Gli uomini della capitaneria di porto di Porto Empedocle hanno individuato, su una zona impervia della riserva di Torre Salsa a Siculiana (Agrigento) dove stamane si è verificato uno sbarco di migranti, un cadavere. Si tratta di un maghrebino morto presumibilmente per annegamento. Si sta cercando anche il secondo cadavere, individuato con certezza da un elicottero della Guardia Costiera di Catania, che probabilmente è stato riportato in mare dalla risacca.
Una trentina le persone giunte sulla spiaggia di Torre Salsa, a Siculiana (Agrigento), tra loro due minori. La barca spiaggiata è stata trovata. I naufraghi hanno riferito che erano circa quaranta su una barca e che alcuni loro compagni erano annegati. Le ricerche proseguono. A lanciare l’allarme erano stati otto migranti che avevano riferito ai carabinieri, giunti sul posto dopo una segnalazione, dello sbarco e delle vittime. In effetti nei pressi erano state individuate circa trenta persone, originarie della Tunisia e della Libia. Tutte concordano sul fatto che sulla barca vi fossero circa quaranta migranti. Le due vittime sarebbe dunque gli sventurati compagni mancanti all’appello. Le motovedette della Guardia costiera di Porto Empedocle si sono occupate del recupero dei corpi, mentre l’elicottero ha proseguito le ricerche estendendole per un raggio di cinque miglia. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.