TwitterFacebookGoogle+

Nepal: Cina chiede piu' aiuto internazionale; Gentiloni a Pechino

(AGI) -Pechino, 27 apr. – Il ministro degli Esteri, Wang Yi, ha ricordato la tragedia causata dal terremoto del Nepal all’apertura della sesta sessione congiunta del Comitato Governativo Cina-Italia, in corso a Pechino, alla presenza del titolare della Farnesina Paolo Gentiloni. “Il Nepal ha urgente bisogno dell’aiuto della comunita’ internazionale”, ha detto il ministro degli Esteri cinese nel suo intervento alla Diaoyutai State Guesthouse, nella parte occidentale della capitale. E il governo cinese, ha aggiunto, “fara’ tutto il possibile per portare soccorso al popolo del Nepal”. Wang ha poi fatto appello alla comunita’ internazionale per “portare aiuto alle popolazioni” colpite dal sisma. Pechino ha intensificato gli aiuti a Kathmandu. Un nuovo team di 58 medici cinesi e’ arrivato in Nepal in mattinata, mentre una prima squadra di 55 soldati dell’Esercito di Liberazione Popolare e’ partita con attrezzature per il soccorso medico e il salvataggio di vite umane. Un’altra squadra di 45 militari cinesi partira’ domani alla volta di Kathmandu. Domenica era arrivato nel Paese il primo gruppo di 62 membri del China International Search and Rescue Team per prestare i primi soccorsi. Il terremoto ha colpito anche alcune aree tibetane della Cina vicine al confine con il Nepal. Attualmente, sono venti i morti cinesi in Tibet per le scosse che si sono prodotte nella regione, e che hanno danneggiato interi edifici – alcuni dei quali sono crollati – nelle zone maggiormente colpite dalle scosse. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.