TwitterFacebookGoogle+

Nepal: Gentiloni, 39 gli italiani ancora irreperibii

(AGI) – Chongqing (Cina), 28 apr. – Il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni conferma che in Nepal “ci sono quattro vittime accertate, e ci sono ancora 39 persone che non abbiamo formalmente rintracciato, ma non significa ovviamente che siano dispersi. Immaginiamo che la situazione sia molto complicata e confusa”. Sono invece 347 gli italiani rintracciati finora in Nepal, mentre i primi italiani presenti nel Paese himalayano partiranno oggi per l’Italia a bordo di un volo commerciale. Gentiloni, oggi a Chongqing, nella Cina sud-occidentale, nel suo secondo giorno di missione in Cina, ha aggiunto che nelle prossime ore e’ previsto l’arrivo in Nepal di un C-130 che portera’ i primi soccorsi stanziati dalla Farnesina. Nella giornata di domani, partira’ per l’Italia un secondo gruppo di italiani che si trovavano in Nepal durante il terremoto di magnitudo 7,8 che sabato scorso ha colpito il Paese himalayano. A coordinare le operazioni di soccorso e’ previsto nelle prossime ore anche anche l’arrivo dell’ambasciatore italiano a New Delhi, Lorenzo Angeloni, a bordo del C-130. “Dobbiamo tenere conto che i collegamenti sono molto difficili”, ha concluso Gentiloni. .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.