TwitterFacebookGoogle+

New York, aggredisce agente con una mannaia, arrestato

New York – Paura nel cuore di Manhattan. Un uomo con precedenti penali e armato di un’ascia ha ferito alla testa un agente fuori servizio prima di essere raggiunto dagli spari delle forze di polizia e neutralizzato. La polizia ha escluso il movente terroristico. E’ accaduto nelle ore di punta di giovedi’ pomeriggio, tra il panico di turisti e pendolari. L’uomo, Akram Joudeh, brandiva un’ascia nei pressi della Penn Station, intorno alle 17 ora locali; e la polizia ha sparato 18 volte per fermarlo: era in collera -hanno spiegato piu’ tardi le autorita’- perche’ aveva trovato bloccata l’auto in cui viveva accampato. Quando la polizia ha cercato di arrestarlo, ha resistito e ferito gravemente uno di loro. Ferito dagli agenti, e’ stato ricoverato in condizioni critiche. Attacchi di questo tipo in pieno giorno sono piuttsoto rari a Manhattan, dove il tasso di criminalita’ e’ diminuito enormemente negli ultimi tempi. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.