TwitterFacebookGoogle+

Nizza, arrestati un uomo e una donna

Nizza – La polizia francese ha arrestato questa mattina un uomo e una donna ritenuti legati all’attentatore di Nizza, che sabato lo Stato islamico aveva definito in una rivendicazione un proprio “soldato”. Altre cinque persone sono già in stato di fermo per il massacro sulla promenade della città francese, tra cui l’ex moglie di Mohamed Lahouaiej-Bouhlel, l’uomo che ha ucciso 84 persone travolgendole con un camion e sparando all’impazzata.

Intanto gli inquirenti hanno rivelato che Mohamed Lahouaiej-Bouhlel fece almeno due sopralluoghi  sulla promenade di Nizza con il Tir noleggiato per la strage lunedì e martedì, i due giorni precedenti la strage. Inoltre nel corso degli interrogatori di centinaia di persone seguiti all’attacco diversi hanno affermato che l’attentatore mostrava di aver fatto un percorso religioso. ​Sabato l’Isis ha rivendicato l’attacco in un comunicato in cui ha sostenuto che Lahouaiej-Bouhlel  “è uno dei soldati dello Stato islamico, e ha risposto agli appelli che incitavano a colpire i cittadini dei paesi della Coalizione”. Il messaggio è stato diffuso sui social network dall’agenzia di stampa “Amaq”, che fa capo alla formazione jihadista, ed è stato ripreso da diversi media arabi tra cui “Sky Arabia”.

Intanto è stata ritrovata all’ospedale Pasteur Marinella Ravotti, la donna del Cuneese di cui non si avevano notizie dalla sera del tragico attentato di Nizza. Lo rende noto il fidanzato della figlia, Marcello De Giorgi. Il marito della donna, Andrea Avagnina, era stato trovato ieri sempre al Pasteur, ed è tutt’ora ricoverato in prognosi riservata. “Finalmente abbiamo ritrovato Andrea e Marina – scrive De Giorgi su twitter – grazie a tutti per l’aiuto”. Sono ancora da rintracciare 30 italiani che al momento della strage avvenuta a Nizza si trovavano nella citta’ francese, ha riferito il console Serena Lippi. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.