TwitterFacebookGoogle+

No legami tra accoltellatore Londra e Isis. "E' stato bullizzato"

Londra – Zakaria Bulhan, il 19enne di origini somale, che ha ucciso un’americana e accoltellato altri cinque passanti, mercoledi’ notte nel cuore di Londra, e’ un ragazzo “tranquillo, timido e che era stata bullizzato” nella sua scuola di Londra. Un suo compagno alla Graveney School a Tooting, un quartiere a sud di Londra, ha rivelato al Daily Mail che il ragazzo, tifoso del Chelsea, aveva subito vessazioni nei primi tempi di frequentazione della scuola superiore: “Era abbastanza tranquillo, ma aveva amici. Era stato un po’ bullizzato, ma niente di eccessivo“.

La polizia non ha trovato finora legami del ragazzo con il terrorismo, sostenendo invece che sono state le sue turbe mentali a giocare un ruolo decisivo nel folle gesto. Una fonte delle forze dell’ordine ha raccontato alla CBS News, che Bulhan era paziente di una struttura per malati mentali situata proprio vicino Russell Square. La polizia non ha chiarito quale tipo di disturbi avesse. Da notare che sul web un utente di nome Zak Bulhan si professa interessato agli studi islamici, e in un altro promette appoggio a uno dei carcerati di Guantanamo Bay, Moazza Begg. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.