TwitterFacebookGoogle+

Nobel Pace, No Colombia riapre i giochi. Chance per Mogherini

Roma – Un russo indefesso difensore dei diritti umani o gli artefici dell’accordo sul nucleare iraniano? La bocciatura dell’accordo di pace tra il governo colombiano e le Farc nel referendum del 2 ottobre riapre la corsa al Nobel per la Pace e tornano in gara i soliti contendenti, con alcune sorprese come Angela Merkel data per favorita dai bookmaker.Fino a domenica pomeriggio il presidente colombiano Juan Manuel Santos e il leader dei ribelli comunisti Rodrigo London, alias “Timochenko”, erano i vincitori in pectore, ma il ‘no’ ha trasformato all’intesa del 26 settembre in carta straccia.

Cosi’, secondo gli esperti, i favoriti sono ora i negoziatori che chiudendo l’accordo sul nucleare hanno di fatto disinnescato l’ordigno atomico su cui Teheran cercava di mettere le mani. In questo caso nel ‘team’ di vincitori ci sarebbe anche un’italiana: il capo della diplomazia europea, Federica Mogherini, al fianco del segretario di Stato americano, John Kerry e del collega iraniano Javad Zarif.Un programma di disarmo, del resto, era considerato ideale nelle intenzioni di Alfred Nobel, che aveva pensato il premio per la Pace proprio a questo scopo.

La candidata più ‘anziana’ e’ la russa Svetlana Gannushkina impegnata da decenni in favore dei rifugiati, ma la crisi in Siria ha portato alla ribalta anche i volontari degli ‘Elmetti bianchi’; quella in Grecia gli abitanti delle isole che accolgono i migranti e la piaga degli stupri il medico congolese Denis Mukwege. In lizza anche Nadia Murad, una yazida rapita dall’Isis e tenuta per mesi come schiava sessuale; la ‘gola profonda’ Edward Snowden e l’ex ministro francese Laurent Fabius per il suo ruolo nell’accordo sul clima COP21.

Tra le 376 nomination ricevute – un netto incremento rispetto alle 278 del 2014 – anche quella del candidato repubblicano alla Casa Bianca Donald Trump, indicato “per la sua vigoroso ideologia che va oltre la pace”. Il bookmaker inglese William Hill ha tagliato la quota da 11,00 a 8,00 per la Merkel, scelta obbligata visto che il 50% delle giocate effettuate finora, riporta Agipronews, e’ andato sulla cancelliera tedesca, in corsa per il suo impegno a favore dei migranti. La Merkel e’ ora a un passo da Papa Francesco, dato a 8,00, mentre in testa alla lista rimangono gli isolani greci (2,63). Il mistero sara’ svelato venerdi’ alle 10 ora italiana. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.