TwitterFacebookGoogle+

Non trovano la vena per l’iniezione letale, sospesa una condanna a morte in Ohio

I tentativi si sono susseguiti per due ore inutilmente. Protestano le associazioni per la difesa dei diritti civili. Il condannato (nel 1997 uccise un ostaggio dopo un’evasione), è gravemente malato.

globalist 16 novembre 2017 –

Una condanna capitale, che avrebbe dovuto essere eseguita nella prigione di Lucasville, nell’Ohio, è stata sospesa perchè gli agenti non hanno trovato una vena del condannato attraverso cui iniettare il mix letale. Il condannato, Alva Campbell, ha 69 anni ed è molto malato, secondo quanto ha riferito il suo difensore, l’avvocato David Stebbins, che, per l’esecuzione, aveva chiesto un plotone d’esecuzione.
”I tentativi sono falliti. Sarà fissata una nuova data per l’esecuzione”, ha detto JoEllen Smith, portavoce dei servizi penitenziari dello Stato dell’Ohio. Secondo le autorità carcerarie, sino a 90 minuti prima dell’ora fissata per l’esecuzione non c’era alcun problema con le vene del condannato.
Secondo il Columbus Dispatch, un giornale locale, gli agenti hanno tentato di infilare una cannula per due volte nel braccio desto di Campbell e, visto il fallimento, per due volte nel braccio destro e, alla fine, nella gamba destra, appena sotto il ginocchio.
L’Unione americana per le libertà civili (Aclu) dell’Ohio ha denunciato ”circa due ore di tortura”. “Questa è la quinta esecuzione fallita in Ohio in pochi anni, e questa è la seconda volta che lo Stato non ha completato un’esecuzione. Non è giustizia e non è umano “, ha commentato Mike Brickner, dell’Aclu, che ha aggiunto: “Oggi lo Stato ha reso uno spettacolo la vita di un uomo”.
Campbell soffre, secondo i suoi avvocati, di una grave insufficienza polmonare. ha una sacca per la colostomia, non può muoversi senza un deambulatore ed avrebbe anche un cancro ai polmoni. Nonostanre gli inviti alla clemenza, il governatore dell’Ohio, il repubblicano John Kasich, aveva confermato l’esecuzione.
Alva Campbell è stato condannato a morte per l’omicidio, nel 1997, di Charles Dials, un giovane di 18 anni. Campbell aveva già scontato una condanna a 20 anni di carcere per un primo omicidio. Rilasciato in libertà vigilata, era stato arrestato per rapina, ma ha approfittato di un’udienza per fuggire. È stato durante la fuga che ha preso in ostaggio e ucciso a colpi d’arma da fuoco Charles Dials.

http://www.globalist.it/world/articolo/2014927/non-trovano-la-vena-per-l-iniezione-letale-sospesa-una-condanna-a-morte-in-ohio.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.