TwitterFacebookGoogle+

Nonna in Porsche a 240 all'ora contro l'insonnia

Giudicata infruttuosa la conta delle pecore, scartato il ricorso alla consueta valeriana o a qualche tranquillante, una donna della verdeggiante Vallonia, afflitta dall’insonnia, si è rivestita e ha preso l’automobile per farsi un giro. Nulla di singolare, se non fosse che a 79 anni la signora si è messa alla guida di una Porsche Boxster GTS e che il giro lo ha fatto – attesta un autovelox – alla velocità di 238 chilometri all’ora. Inevitabile che il movente della mattana, reso a un giudice della città di Namur, diventasse notizia.

La setta degli insonni

La donna, secondo la Gazzetta di Anversa, ha spiegato all’esterrefatto, forse scettico magistrato che alla guida dell’auto cercava semplicemente di “svuotarsi la testa”. Un tentativo comprensibile a chiunque faccia parte di quella “setta degli insonni”, che comprende “uomini e donne di tutte le estrazioni sociali, di tutte le età, razze e religioni” citata ne “Le conseguenze dell’amore” di Paolo Sorrentino, dove però il protagonista Titta Di Girolamo si limita a accendersi una sigaretta gironzolando per la stanza.

Consapevole dell’infrazione – rilevata nella notte fra il 17 e il 18 giugno del 2016 – l’anziana ha aggiunto che non s’era proprio resa conto di andare così forte. Non si sa se dopo la cavalcata in Porsche sia riuscita a dormire, ma si sa che questo metodo le è costato 4 mila euro di ammenda e tre mesi di sospensione della patente di guida. La Porsche Boxster GTS raggiunge una velocità massima di 280 chilometri orari e va da zero a cento in cinque secondi.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.