TwitterFacebookGoogle+

Nsagate: Francia, "spionaggio inaccettabile tra alleati"

(AGI/AFP) – Parigi, 24 mag. – Puntuale arriva la reazione francese alla notizia delle intercettazioni americane a danno degli ultimi tre inquilini dell’Eliseo. Il governo francese denuncia l’accaduto definendolo “inaccettabile tra alleati”. “Francia e Stati Uniti sono spesso alleati nel mondo a favore della democrazia e della liberta’. Che ci sia stata questa ‘copertura’ evidentemente non e’ ne’ accettabile ne’ comprensibile”, ha dichiarato all’emittente I-Tele il ministro portavoce del governo, Stephane Le Foll. Secondo documenti catalogati come “Top Secret”, diffusi da Wikileaks, dal 2006 al maggio 2012 il grande ‘orecchio’ americano ha spiato Jacques Chirac, Nicolas Sarkozy e l’attuale presidente Francois Hollande, all’epoca appena insediato all’Eliseo. Hollande ha convocato per oggi all’Eliseo una riunione urgente con i principali ministri e i piu’ alti responsabili dell’esercito e dei servizi segreti. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.