TwitterFacebookGoogle+

Nubifragio, 200 turisti evacuati da tre camping sul Gargano

Foggia – Circa 200 turisti sono stati fatti evacuare ieri a tarda ora da tre camping di Lido del Sole, una frazione di Rodi Garganico, nel Foggiano, a causa degli allagamenti dopo l’eccezionale ondata di maltempo che ha interessato la provincia dauna e, in particolare, il Gargano. I turisti sono stati ospitati in due strutture ricettive e in una scuola di Rodi Garganico. Ad essere evacuati sono stati camping che si trovano a ridosso del mare, sulla litoranea che collega Lido del Sole a Rodi Garganico. Sul posto alcune squadre dei vigili del fuoco dai distaccamenti di Vico del Gargano, Lucera e San Severo e sono in arrivo supporti da Lecce, Bari e Ancona. Disagi registrati anche nel centro abitato della frazione di Lido del Sole dove alcune persone sono state evacuate con gommoni. Le condizioni di salute dei turisti non destano preoccupazione anche se molti hanno avuto paura perché hanno temuto di rivivere quanto accaduto nel settembre del 2014 quando ci fu una violenta alluvione, sempre sul Gargano, che causò anche la morte di due persone.

La Protezione civile ha precisato che dopo la segnalazione alla Sala Operativa Unificata permanente a seguito degli allagamenti nei campeggi “Serenella” e “Stella del Sud” nel comune di Rodi Garganico è stata predisposta l’evacuazione di 225 turisti. Il comune di Rodi Garganico ha attivato il COC e sul posto sono arrivati i funzionari della Sezione Protezione Civile della Regione Puglia per il coordinamento delle attività. Dal pomeriggio di ieri, sono al lavoro Vigili del Fuoco, Carabinieri, Corpo Forestale dello Stato, Vigili Urbani, volontari di protezione civile locali e provenienti dal vicino campo operativo gemellato di Jacotenente. In particolare 42 turisti evacuati sono stati ospitati presso la palestra della scuola “Giovanni Falcone” a Rodi e altri 183 turisti presso altre strutture ricettive che hanno fornito la propria disponibilità. Tra i turisti sfollati anche un gruppo di 84 persone provenienti dalla Repubblica Ceca. La base aeronautica di stanza a Jacotenente ha fornito le coperte, la Sezione Protezione Civile ha fornito le brandine e il Comune di Rodi Garganico ha fornito i viveri. Il Centro Funzionale Decentrato e la Sala Operativa Unificata permanente, entrambi attivati in h24, seguono l’evolversi della situazione.

L’ondata di maltempo che da ieri sta ha investito il Gargano ha causato anche diversi disagi alla linea delle Ferrovie del Gargano tra le stazioni di Carpino e Ischitella. Squadre di tecnici e di operai sono, infatti, al lavoro per ripristinare la linea ferroviaria danneggiata dal nubifragio che ha eroso tratti della massicciata per alcuni metri dall’acqua esondata da alcuni canali e torrenti della zona. La linea è stata interrotta lungo la tratta Cagnano Varano-Ischitella.(AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.