TwitterFacebookGoogle+

Nubifragio nel Foggiano, 70enne trovato morto

Roma – I vigili del fuoco hanno recuperato il corpo di un 70enne in un campo nella zona di San Severo (Foggia),colpita da un violento nubifragio. Il cadavere e’ stato trascinato dalla piena del fiume Candeloro. Nella stessa zona, 6 persone che avevano trovato rifugio sul tetto di un’abitazione sono state tratte in salvo dai vigili con l’intervento di un elicottero.

Il violento nubifragio ha causato allagamenti e smottamenti provocando disagi in diverse zone della provincia di Foggia. Le campagne tra San Marco in Lamis, Rignano Garganico, Apricena e San Severo sono quelle maggiormente colpite. Numerosi sono stati gli interventi dei Vigili del fuoco del comando provinciale di Foggia per allagamenti, frane e alberi caduti. Un tratto della statale 272, tra San Severo e San Marco in Lamis, e’ stata chiusa al traffico per alcune ore a causa del fango e dei detriti che, portati dalla violenza della pioggia, si sono riversati sulle carreggiate. Parzialmente interrotta anche la Pedegarganica per alcuni smottamenti.

A causa delle condizioni meteorologiche avverse che stanno interessando la Puglia gia’ a partire dalle prime ore di questa mattina – in particolare nel foggiano – si segnalano disagi lungo alcune strade statali: in particolare, comunica l’Anas, e’ attualmente chiuso – in entrambi i sensi di marcia – un tratto della strada statale 272 “di San Giovanni Rotondo” da San Severo al km 21 nel terriorio di San Marco in Lamis. La statale e’ interessata da riversamenti di acque – provenienti da monte – che invade la sede stradale nonche’ dalla presenza di detriti e materiale roccioso, franati sulla carreggiata dai versanti a monte adiacenti alla statale. Il traffico, per entrambe le direzioni, puo’ utilizzare la viabilita’ alternativa in loco. Sempre a causa del maltempo, si segnalano disagi per allagamenti anche lungo la strada statale 16 “Adriatica” che attualmente e’ chiusa – in entrambi i sensi di marcia – in corrispondenza del km 640,700, nel territorio comunale di San Paolo Civitate sempre nel foggiano; un’altra interruzione per il traffico si registra al km 645,800 nel territorio di San Severo. Infine, precisa sempre l’Anas, la circolazione e’ rallentata lungo la strada statale 89 “Garganica” al km 5,400, nel territorio comunale di San Severo, sempre per la presenza di acqua sulla sede stradale.

Ancora temporali al sud Italia. Lo prevede la Protezione civile, parlando di allerta ‘arancione’ su Puglia, Basilicata e Calabria. Un’area di bassa pressione staziona sulle regioni centro-meridionali italiane determinando condizioni di spiccata instabilita’, con fenomeni piu’ frequenti sui settori ionici peninsulari. Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento della Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte – alle quali spetta l’attivazione dei sistemi di protezione civile nei territori interessati – ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse che integra ed estende quelli diffusi nei giorni scorsi. I fenomeni meteo, impattando sulle diverse aree del Paese, potrebbero determinare delle criticita’ idrogeologiche e idrauliche che sono riportate, in una sintesi nazionale, nel bollettino di criticita’ consultabile sul sito del Dipartimento. L’avviso prevede dal mattino di domani, sabato 10 settembre, il persistere di precipitazioni, a prevalente carattere di rovescio o temporale, su Puglia, Basilicata e Calabria, specie sui settori ionici. I fenomeni temporaleschi saranno accompagnati da rovesci di forte intensita’, frequente attivita’ elettrica, locali grandinate e forti raffiche di vento. Sulla base dei fenomeni previsti e’ stata valutata per oggi e domani allerta ‘arancione’ su Puglia, Basilicata e Calabria, mentre l’allerta e’ ‘gialla’ per domani su Appennino Marchigiano meridionale, Umbria meridionale, Abruzzo, Molise e Sicilia. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.