TwitterFacebookGoogle+

Obama a Cuba "embargo fardello obsoleto"

L’Avana – L’embargo imposto dagli Usa a Cuba nel 1962, in piena Guerra Fredda, e che ancora e’ in vigore “danneggia i cubani, invece di aiutarli”: cosi’ il presidente Usa, Barack Obama, nel suo discorso ai cubani. L’embargo e’ “un fardello obsoleto per il popolo cubano e i cubani”, ha continuato tra gli applausi dei presenti al Teatro Nacional Alicia Alonso, dell’Avana, “non raggiungeranno il loro potenziale se non si fanno cambiamenti qui a Cuba”.

Il presidente americano ha rimarcato l’importanza di potersi esprimersi “liberamente e senza paura”. “Le persone devono potersi esprimere liberamente e senza paura”, ha sottolineato Obama, in un discorso applaudiro ripetute volte e nel quale ha citato il poeta ed eroe cubano Jose Marti’. “Lo stato di diritto non dovrebbe includere la detenzione arbitraria delle persone che esercitano questi diritti”, ha aggiunto. Il futuro di Cuba “deve essere lasciato nelle mani dei cubani”. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.