TwitterFacebookGoogle+

Omicidio d'identità: la legge parte dal Senato

Viene presentato oggi alla stampa il disegno di legge sull’omicidio di identità. Una legge che nasce da una lettera di Carla Caiazzo, la donna data alle fiamme dall’amante mentre era incinta. Caiazzo scrisse un appello al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e in Senato l’appello si trasforma in un disegno di legge trasversale a tutti i partiti che punisce chi deturpa i lineamenti di una persona. 

La diretta su Facebook
 

Le firmatarie della legge

  • Laura Puppato (Pd)
  • Pina Maturani, vicepresidente del gruppo Pd
  • Annamaria Bernini, vicepresidente del gruppo di Fi-Pdl
  • Laura Bianconi, presidente del gruppo di Ap
  • Laura Bignami (Movimento X)
  • Patrizia Bisinella (Fare!)
  • Cinzia Bonfrisco (Misto)
  • Loredana De Petris (Si), presidente del gruppo Misto
  • Paola De Pin (Gal)
  • Adele Gambaro (Ala)
  • Cecilia Guerra, presidente del gruppo Art. 1- Mdp
  • Michela Montevecchi, presidente del gruppo M5s
  • Erika Stefani, vicepresidente gruppo Lega Nord

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.