TwitterFacebookGoogle+

Omicidio nel Catanzarese: si segue pista delitto di 'ndrangheta

(AGI) – Catanzaro, 22 dic. – Potrebbero passare presto alla Direzione distrettuale antimafia le indagini sull’omicidio di Luigi Aiello, 58 anni, freddato ieri mattina a Soveria Mannelli, in provincia di Catanzaro. Gli inquirenti, infatti, hanno evidenziato alcune “contiguita’” tra il delitto e la criminalita’ organizzata del Lametino. Ipotesi investigative su cui si stanno concentrando i Carabinieri della Compagnia di Soveria Mannelli che, al momento, non escludono alcuna ipotesi, ma che stanno spulciando rapporti e eventuali connessioni tra lo stesso Aiello e gli ambienti criminali. D’altronde, e’ lunga la lista di precedenti a carico della vittima, a partire dalla contestazione di un omicidio avvenuto negli anni Settanta nel corso di una rapina. Poi ancora diversi reati che gli investigatori stanno ripercorrendo nel tentativo di individuare possibili collegamenti. Aiello e’ stato ucciso domenica mattina, intorno alle 10, mentre si trovava alla guida di un escavatore, in una zona di campagna non lontano dalla sua abitazione. Contro di lui il commando ha esploso dodici colpi di fucile da caccia caricato a pallettoni. (AGI)
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.