TwitterFacebookGoogle+

Ora il Papa sbugiarda Marino: “Non l’ho invitato io negli Usa”

Marino aveva detto di essere andato all’Incontro mondiale delle famiglie di Filadelfia perché invitato dal Santo Padre. Che, però, lo sconfessa. Ed è scontro

Una figuraccia colossale. Anzi, mondiale. A questo giro Ignazio Marino l’ha combinata davvero grossa.

Tanto da scomodare papa Francesco a ristabilire la verità dei fatti. A far scoppiare l’ultimo imbarazzante scandalo è stata l’ennesima bugia del sindaco di Roma che, per schermarsi dalle polemiche scatenate dall’ennesimo volo negli Stati Uniti dopo le vacanze ai Caraibi, aveva detto di essere andato all’Incontro mondiale delle famiglie di Filadelfia perché invitato dal Santo Padre.

“Non ho invitato io il sindaco di Roma Marino a Filadelfia. Chiaro?”, ha scandito il Santo Padre durante la conferenza stampa a bordo dell’aereo che, al termine del viaggio apostolico negli Stati Uniti, lo stava riportando in Vaticano.

#marinoimbucato. L’hashtag spopola su Twitter. L’ultima bugia di Marino ha il sapore cattivo di chi annaspa e non ce la fa più a stare a galla. Perché mentire quando si ha a che fare col Papa significa stare proprio alla frutta. “Io non ho fatto niente…”, si preoccupa di sottolineare Bergoglio. “Ho chiesto anche agli organizzatori e neppure loro lo hanno invitato – riferisce il Papa – lui si professa cattolico ed è venuto spontaneamente”. Parole che in Campidoglio ha aperto l’ennesimo caso politico. Giorgia Meloni lo ribattezza “l’imbucato speciale”.

E dal centrodestra piovono nuove richieste di dimissioni. “Ennesima figuraccia mondiale – cinguetta la leghista Barbara Saltamartini – Marino imbucato pur di scappare da Roma”. “Anche papa Francesco e leautorità di Philadelphia lo smentiscono – rincara la dose l’ex sindaco Gianni Alemanno – veramente senza limiti”. “Questa città è ormai alla frutta – fa eco Giuseppe Cangemi di Ncd – mi auguro che Marino abbia almeno la decenza di non replicare al Pontefice”. La replica, invece, arriva. Puntuale.

Marino affida agli uffici del Campidoglio l’incombenza di buttar giù una nota per smentire Bergoglio. “Né il sindaco né nessun altro dell’amministrazione di Roma Capitale ha mai detto di essere stato invitato da papa Francesco”. “Il viaggio a Philadelphia del sindaco di Roma nasce da una serie di incontri avuti con le autorità del Comune americano: a giugno il sindaco Michael Nutter e l’arcivescovo Charles Chaput, insieme a una folta delegazione della città, hanno incontrato Ignazio Marino in Campidoglio proprio in preparazione del viaggio papale e per formulargli l’invito ufficiale – si legge ancora nella nota – In vista dell’appuntamento dedicato alle famiglie, il sindaco aveva anche incontrato monsignor Vincenzo Paglia con il quale aveva anche discusso della sua presenza all’evento di Philadelphia”. Quindi, il Comune di Roma incolpa il giornalista: “Il tutto nasce quindi da una domanda sbagliata nei presupposti e forse posta con l’intenzione di suscitare polemica”.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.