TwitterFacebookGoogle+

Orfini, Raggi appoggiata da chi fatto male a citta'

Roma- “Ieri Luciano Casamonica ha detto che avrebbe votato Giachetti. I grillini hanno subito ironizzato e attaccato il Pd. Vediamo allora le differenze: appena letta la notizia ho spiegato che Casamonica puo’ farne a meno perche’ quei voti non li vogliamo. E’ stato semplice, ci ho messo 2 minuti a rifiutare quei voti”. Lo scrive su Facebook il presidente del Pd, Matteo Orfini, che aggiunge: “E’ quello che da mesi chiediamo ai grillini di fare con gli Spada a Ostia. Mesi passati invano ad aspettare una parola chiara. Oggi la Raggi chiude la sua campagna li’. Vediamo se come al solito attaccheranno il Pd, Libera, i giornalisti che vivono sotto scorta per aver denunciato i mafiosi o se per una volta riusciranno a spendere una parolina contro i clan. Chiamandoli per nome, come abbiamo fatto noi. E magari anche contro quei balneari abusivi con cui fanno riunioni a porte chiuse, c’era una volta lo streaming…. Vediamo se si impegneranno ad abbattere il lungomuro e a revocare le concessioni illegittime. A giudicare dal comportamento su altri temi, ne dubito”. Ancora sulla campagna elettorale: “Ieri la Raggi ha difeso quei sindacati che hanno convocato uno sciopero in Atac in contemporanea alla partita dell’Italia. Una coincidenza, ha detto. Tesi abbastanza surreale, ma espressa non a caso: la leader degli scioperi selvaggi dei trasporti che in piu’ di una occasione hanno paralizzato Roma e’ una sua sostenitrice accanita. Come non e’ un caso che – ancora ieri – la candidata grillina non abbia speso mezza parola a sostegno di Rettighieri che in Atac ha iniziato una importante opera di pulizia”. Secondo Orfini “la verita’ e’ abbastanza semplice: si inneggia al cambiamento nei comizi mentre sotto al palco si costruiscono patti con i soliti poteri e con le consorterie che hanno contribuito non poco al declino della citta’. Basta vedere da dove vengono i voti dei campioni delle preferenze grilline, come De Vito e l’impresentabile Ferrara. O i modi con cui cercano di conquistare i municipi, andando a fare regalie nei centri anziani”. Conclude Orfini: “Sono solo alcuni esempi, altri se ne potrebbero fare: dietro al movimento 5 stelle si sta consolidando un blocco di interessi che a questa citta’ ha gia’ fatto molto male. Nemmeno questa e’ una coincidenza. E’ una precisa scelta politica”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.