TwitterFacebookGoogle+

Padoan, "taglio tasse anche alle imprese. Inizia ciclo positivo"

(AGI) – Cernobbio, 6 set. – Il governo non pensa solo a tagliare le tasse sulla casa, ma anche a intervenire in favore della competitivita’ delle imprese. Lo ha affermato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, intervenendo al Forum Ambrosetti di Cernobbio. “Bisogna mettere le cose in un contesto – ha spiegato – non taglieremo solo le tasse sulla casa, pensiamo nell’ambito dei vincoli che abbiamo a estendere l’ulteriore abbattimento della tassazione a favore della competitivita’ delle imprese”. I numeri sulla crescita della Pil “non dipendono solo da fattori esterni e quindi dureranno”, ha spiegato Padoan. “Voglio togliermi un sassolino dalla scarpa – ha esordito – da quando sono usciti questi numeri lo sport nazionale e’ dire che dipendono solo da fattori esterni. Certo, c’e’ un quadro esterno favorevole, ma c’e’ una forte componente interna, e quindi secondo me dureranno. La strategia di crescita e’ efficace e va nella direzione giusta”. “Siamo all’inizio di un ciclo positivo”, ha sottolineato il ministro dell’Economia. “L’aumento dei posti di lavoro incrementa la fiducia delle famiglie – ha detto al Forum Ambrosetti di Cernobbio, intervistato da una emittente tv – quindi spenderanno di piu’ anche grazie ai benefici fiscali. I dati ufficiali sulla crescita nel 2015 superiori a quelli che ci aspettavamo sono stati una sorpresa positiva. Dato che abbiamo gia’ raggiunto l’obiettivo per l’intero anno, tutto quello che potra’ venire in piu’ nell’ultima parte dell’anno portera’ piu’ crescita”. Quanto alla Grecia, Padoan ha spiegato che serve “un governo stabile che implementi in modo deciso l’importante accordo che e’ stato raggiunto”. “E’ compito dei greci, del popolo e dei governanti, farlo – ha aggiunto – ora c’e’ lo strumento per farlo nell’ambito di una cornice rafforzata”. Quanto al debito della Grecia e al dibattito con l’Fmi su un suo possibile taglio, “credo che troveremo una soluzione nei prossimi mesi – aggiunge – ora quello che serve e’ un governo stabile e sta al popolo greco decidere chi avra’ la maggioranza. Se le riforme verranno implementate, l’economia recuperera’ e la Grecia sara’ come una economia emergente”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.