TwitterFacebookGoogle+

Panama Papers: coinvolti figlio Thatcher e ex moglie McCartney

Londra – Nell’elenco delle personalita’ legate alle societa’ dei paradisi fiscali compaiono anche il figlio dell’ex premier britannico Margaret Thatcher, Mark, l’attivista, ex modella e seconda moglie di Paul McCartney, Heather Mills, e l’ex maggiordomo della principessa Diana, Paul Burrell. Lo rivela il Guardian, aggiungendo che tra i file della cosiddetta Panama papers compaiono anche i nomi della duchessa di York, Sarah Ferguson, del produttore discografico Simon Cowell e dell’ex calciatore brasiliano del Chelsea Willian. Secondo il quotidiano britannico, il figlio della Thatcher e’ citato nei documenti della Mossack Fonseca come beneficiario di una societa’ con patrimoni immobiliari alle Barbados. Heather Mills si separo’ del Beatle nel 20008 dopo un accordo del valore attuale di 30,37 milioni di euro e mantenne circa il 10% delle azioni della compagnia Water 4 Investment (Isole Vergini) fondata per il commercio di cibi sani. Mills ha ammesso tramite un suo portavoce di aver investito l’equivalente di circa 1,25 milioni di euro in una “compagnia che voleva utilizzare alghe , al posto del pesce, per produrre Omega 3”.

“Posso dire con la mano sul cuore che sono una contribuente onesta e che se si indaghera’ sul mio conto non si trovera’ niente”, ha affermato in un comunicato. Quanto a Burrell, l’ex maggiordomo di Lady D compare come azionista di una societa’ chiamata Black Dragon Group, nata nel 2005 alle Vergini. Insieme alla moglie Maria e’ stato titolare di azioni di questa societa’ dino al 2008. Nel 2003 i figli della principessa William e Harry, lo accusarono di tradimento per aver rivelato dettagli della vita della madre ai tabloid britannici. Sarah Ferguson appare dai file legata a un’altra compagnia con sede alle Vergini, la Essar Company mentre il calciatore Willian compare come azionista della compagnia offshore SaxonSponsoring Limited, registrata dal brasiliano nel 2013 indicando l’indirizzo del campo di allenamento del Chelsea a Cobham come sua residenza nel Regno Unito. Un portavoce del centrocampista ha affermato che Saxon fu creata prima del suo passaggio al Chelsea ed era rimasta inattiva dopo il suo arrivo in Gran Bretagna. (AGI)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.