TwitterFacebookGoogle+

Paola Concia: Sentinelle in Piedi? Le vere vittime sono i gay e le lesbiche senza diritti

Paola Concia: Sentinelle in Piedi? Le vere vittime sono i gay e le lesbiche senza diritti08/10/2014 – di

L’esponente democratica, paladina storica dei diritti LGBT, è fiduciosa che – entro la legislatura – si riesca ad approvare una legge per le unioni civili “Tutto il Pd è d’accordo sul testo Cirinnà”.

E’ una Paola Concia amara, ma ottimista sul futuro della legge sui diritti delle coppie omosessuali quella che accetta di rispondere ad alcune nostre domande rispetto all’iniziativa di Angelino Alfano, ministro dell’Interno del governo Renzi, che ha deciso di far annullare dai prefetti le registrazioni, avvenute nei comuni, dei matrimoni omosessuali celebrati fuori dai confini nazionali.

Paola Concia, Alfano ha dato il via ad una circolare che impone ai prefetti di cancellare le registrazioni dei matrimoni omosessuali celebrati all’estero. Alcuni sindaci si sono ribellati. Qual è la sua analisi?

Credo che questo conflitto tra istituzioni si sarebbe potuto evitare approvando una legge che riconosce le coppie omosessuali. È abbastanza triste.

Affrontiamo la questione di petto: Alfano è un ministro di un governo sostenuto dal Pd e guidato dal segretario del suo Partito, Matteo Renzi. Eppure Renzi non ha detto nulla rispetto all’iniziativa di Alfano.

Ha parlato tutto il PD: il presidente del partito, parlamentari, la vice segretaria Serracchiani, tutti insomma, e anche Renzi quando ha ricordato ad Alfano che il modello tedesco è quello che il governo sostiene. Chi altri doveva parlare scusi?

Renzi ha paura di affrontare l’agenda dei diritti Civili? Si dovrà aspettare la prossima legislatura?

No, il testo Cirinnà al Senato è quello su cui concorda tutto il PD, quindi mi auguro che venga approvato presto. Sono fiduciosa questa volta.

La sensazione è che il governo cerchi di evitare di affrontare l’intero capitolo dei diritti civili. Anzi, un po’ tutta la politica sembra terrorizzata dal toccare questi temi. Perché?

Perché la politica italiana fino ad oggi è stata pavida, ha messo la testa sotto la sabbia o peggio. Ha avuto paura dei cambiamenti. I cambiamenti si governano, non si rimuovono o si contrastano. Ripeto si governano. In questo atteggiamento siamo veramente un paese imbarazzante.

Parliamo delle Sentinelle in Piedi. Alcune loro manifestazioni sono state oggetto di episodi di violenza, alcuni di loro sono stati insultati, qualcuno spintonato, altri peggio ancora. Se la sente di condannare chi ha impedito loro di manifestare?

Non mi pare che sia stato impedito a nessuno di manifestare. Anche lei con questa domanda dimostra che le sentinelle in Piedi vogliono passare per vittime. Non cadiamo nella trappola. Le uniche vittime sono cittadini e cittadine senza diritti: i gay e le lesbiche

Non pensa che questi episodi finiscano con il danneggiare le istanze portate avanti dalle associazioni LGBT?

Le associazioni lgbt inventassero una contromanifestazione pacifica, carica di contenuti, divertente, inclusiva. Gli italiani e le italiane sono con chi si ama e si vuole costruire una vita insieme. Sarebbe un successo e le sentinelle in piedi sparirebbero.

Original Article >> http://www.giornalettismo.com/archives/1627199/paola-concia-sentinelle-in-piedi-vere-vittime-i-gay-lesbiche-diritti/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.