TwitterFacebookGoogle+

Papa: "Crocifisso con falce e martello? Non sono offeso"

(AGI) – CdV, 13 lug. – Il Crocifisso su falce e martello che gli ha donato il presidente boliviano Morales, per Papa Francesco “non e’ stata un’offesa”. “Ho lasciato alla Madonna di Copacabana le due insegne che mi ha dato il presidente perche’ non accetto mai queste onoreficienza, ma il Cristo lo porto con me”, ha detto ai giornalisti sul volo che lo riportava a Roma da Asuncion. Francesco apprezza sempre un buon “mate”, il tipico te’ argentino. Cosi’ anche sull’aereo in volo da Quito a El Alto, qualche giorno fa ne ha bevuto uno. E un’assistente di volo ha equivocato. “Il mate mi aiuta, ma non ho assaggiato la coca, questo e’ chiaro”, ha precisato il Papa. Poi un commento sulla crisi greca: “I governanti greci che hanno portato avanti questa situazione di debito internazionale hanno una responsabilita’. Con il nuovo governo greco si e’ avuta una revisione, un po’ giusta”, ha Francesco. “Mi auguro – ha confidato ai giornalisti – trovino una strada per una soluzione del problema greco e anche una strada di sorveglianza per non ricadere anche in altri Paesi nello stesso problema. Questo ci aiuti ad andare avanti perche’ quella strada dei prestiti, dei debiti alla fine non finisce mai”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.