TwitterFacebookGoogle+

Papa Francesco ha fortemente difeso il record della Chiesa cattolica romana sulla lotta contro gli abusi sessuali da parte di sacerdoti. Intervistata la Rete L’ABUSO

io papaIn una rara intervista con un giornale italiano, il Papa ha detto che “nessun altro ha fatto di più” per sradicare la pedofilia.

Ha detto che la Chiesa aveva agito con trasparenza e responsabilità, ma era l’unica istituzione ad essere stata attaccata.Il mese scorso, l’ONU ha fortemente criticato il Vaticano per non aver debellato la pedofilia e per consentire che si insabbi.

Statistiche “Shocking”

Nella sua intervista al Corriere della Sera pubblicato il Mercoledì, Papa Francesco ha detto: “La Chiesa cattolica è forse l’unica istituzione pubblica ad aver agito con trasparenza e responsabilità.

«Nessun altro ha fatto di più. Eppure la Chiesa è l’unica ad essere stata attaccata.”

Il Papa, che festeggerà il suo primo anniversario della sua elezione a fine mese, ha anche elogiato il suo predecessore, emerito Papa Benedetto XVI, per cambiare l’atteggiamento della Chiesa nei confronti dei sacerdoti predatori, dicendo che era stato “molto coraggioso”.

Ha anche messo in dubbio il fulcro del dibattito, dicendo: “. Le statistiche sul fenomeno della violenza contro i bambini sono scioccanti, ma mostrano anche chiaramente che la grande maggioranza degli abusi sono effettuate in ambienti familiari o di vicinato”

Un rapporto delle Nazioni Unite negli scandali di abusi pubblicato il mese scorso ha invitato il Papa a “rimuovere immediatamente” tutti i sacerdoti noti o sospettati pedofilia.

Il Vaticano è anche accusato di preferire sistematicamente la “salvaguardia della reputazione della Chiesa e del presunto autore del reato, anziché la tutela dei minori vittime” – cosa che il Vaticano ha strenuamente negato.

Il Comitato delle Nazioni Unite sui diritti del fanciullo (CRC) ha detto che la Santa Sede dovrebbe aprire i suoi file sui membri del clero che hanno “nascosto i loro crimini”, in modo che possano essere ritenuti responsabili dalle autorità.

Papa Francesco, ha istituito una commissione per indagare sui crimini sessuali commessi da sacerdoti e di prendersi cura delle vittime, ma finora ha fatto pochissime azioni pubbliche circa gli scandali che hanno scosso la Chiesa negli ultimi anni.

No ‘grandi cambiamenti’

Il leader di un gruppo italiano che rappresenta le vittime di abusi sessuali del clero sostiene che ci sono poche azioni concrete da parte del Vaticano che non ci sono stati “grandi cambiamenti” sotto il pontificato di Francesco.

Francesco Zanardi della Rete L’Abuso, ha dichiarato alla BBC: “I casi di abusi sui minori da parte di sacerdoti continuano ad accadere, in tutta Italia, e dei casi che abbiamo denunciato non abbiamo visto alcun intervento.”

“Il Papa fa queste dichiarazioni, ma poi il Vaticano non risponde alle Nazioni Unite, non impone l’obbligo che i vescovi debbano denunciare i preti accusati nei tribunali e non affrontarli internamente.”

Zanardi ha anche attaccato la copertura degli scandali di abusi, dicendo che i media in Italia “adorano” Papa Francesco.

“Noi che lavoriamo su questo tema, vediamo la realtà delle cose. La realtà è molto diversa da quello che dicono i media”.

Papa Francesco ha utilizzato l’intervista, anche per ammettere che lui è a disagio con la raffigurazione che viene fatta di un “superman” che lascia il Vaticano di notte per nutrire i senzatetto.

Ha detto al giornale: “Il Papa è un uomo che ride, piange, dorme con calma e ha amici come tutti gli altri. Una persona normale.».

_73382213_73382212I suoi commenti sono su un nuovo settimanale interamente dedicato alla sua vita, chiamato Il Mio Papa, in edicola in Italia.

http://www.bbc.com/news/world-europe-26448075

Fonte

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.