TwitterFacebookGoogle+

Papa Francesco: “La Terza Guerra Mondiale è già iniziata”

papa francescoRedazione-Papa Francesco parla chiaro e non ha dubbi: quella che stiamo vivendo, secondo lui, non è nient’altro che la terza guerra mondiale.

Parlando con i giornalisti durante il suo ritorno a Roma da Seul, il pontefice infatti ha affrontato tutti i temi concernenti i conflitti ancora in corso. Conflitti, questi, che vedono sempre più spesso vittime civili indifesi, donne e bambini. Come se non bastasse, aggiunge Bergloglio, hanno raggiunto “un livello di crudeltà spaventosa”, che non è altro che il frutto di una “III guerra mondiale ma a pezzi”.

“I mezzi con i quali fermare l’aggressore ingiusto dovranno essere valutati”, ha proseguito Papa Francesco, invitando tutti ad “avere memoria”: “Quante volte”, s’è infatti domandato, “con questa scusa di fermare l’aggressore le potenze hanno fatto una vera guerra di conquista? Una sola nazione non può giudicare come si ferma un aggressore“.  Tanto più, ha ricordato, che “dopo la Seconda guerra mondiale è nata l’idea della Organizzazione delle Nazioni Unite, è là che si deve discutere: ‘Come facciamo a fermarlo?'”

Riguardo il conflitto in Iraq e i cristiani perseguitati, il Santo Padre ha anche rivelato di essere intenzionato di recarsi in Kurdistan: “c’è questa possibilita”, ha infatti dichiarato ai giornalisti che lo interpellevano. “Fermare l’aggressore ingiusto è un diritto dell’umanità, ma è anche un diritto che ha l’aggressore di essere fermato perchè non faccia il male”, ha evidenziato.

L’uomo si è poi concentrato sul suo rapporto con Papa Ratzinger. “Settant’anni fa i vescovi emeriti erano una novità, oggi sono una istituzione”, ha ricordato. “Il papa emerito penso che sia già una istituzione perchè la nostra vita si allunga e a una certa età non c’è la capacita di governare bene, la salute è anche buona, ma non la capacità di portare avanti il governo della Chiesa”.

“Qualche teologo forse pensa che non è giusto, ma io penso così, farei io lo stesso”, ha proseguito. “Papa Benedetto ha aperto una porta che è istituzionale, non eccezionale”. Lo stesso Ratzinger, per Bergoglio, “è come un nonno a casa, per la saggezza, e un uomo di saggezza, ha le nuances che mi incoraggiano”, ha concluso. “Questo è il rapporto che abbiamo”

Share Button

Original Article >>

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.