TwitterFacebookGoogle+

Papa: lo aspetta il suo amico Paquito, che non vede da 30 anni

(AGI) – Quito, 5 lug. – Papa Francesco ha chiesto di incontrare a Quito il gesuita spagnolo padre Francisco Cortes Garcia, da tutti chiamato “padre Paquito”, che negli anni ’80 collaboro’ con l’allora padre Jorge Mario Bergoglio, in iniziative di formazione. I due gesuiti si conobbero nel 1980 in occasione di un viaggio di Bergoglio in Ecuador per individuare un istituto adatto dove mandare alcuni sacerdoti neo ordinati per un periodo di formazione. Due mesi dopo, padre Bergoglio fece ritorno a Guayaquil, al Collegio Javier, e affido’ a padre Paquito i primi due presbiteri. Poi, il missionario spagnolo visito’ Buenos Aires per incontrare ancora una volta padre Bergoglio e discutere sulla formazione di questi sacerdoti. Fu il loro terzo e ultimo incontro. “Quando sono ripartito per l’Ecuador lo stesso Jorge Mario guido’ la macchina fino all’Aeroporto Ezeiza di Buenos Aires, mi offri’ il caffe’ nel bar e mi regalo’ molti prodotti argentini. Allora scopri’ che era un uomo veramente gentile, con grande senso della gratitudine, con una mente chiara, semplice e lucidissima. La cosa sorprendente e’ che da oltre 30 anni non abbiamo avuto nessun contatto, neanche epistolare e percio’ quando mi hanno detto che mi voleva incontrare sono rimasto colpito e immobile, allibito. Considero questo gesto come una sua benedizione speciale”. Lo rivela “IL Sismografo”, sito informato in tempo reale sull’attivita’ del Pontefice. “Sono felice. E’ la prima volta nella mia vita che saro’ davanti ad un Papa. Non so cosa domandare o dire al Santo Padre”, ha confidato ancora padre “Paquito”, molto conosciuto e amato in Ecuador, in particolare nella citta’ di Guayaquil, dove e’ arrivato da Malaga nel 1963. Da allora “Paquito” non ha fatto piu’ ritorno in patria. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.