TwitterFacebookGoogle+

Papa: niente sacerdozio per le donne, resta divieto di Wojtyla

(AGI) – CdV, 28 set. – Papa Francesco non intende modificare le norma della Chiesa Cattolica per consentire il sacerdozio femminile, ma vuole un cambiamento radicale del loro ruolo nella direzione di maggiori responsabilita’ e piu’ ampio spazio. Sul modello delle suore degli Stati Uniti che, ha detto nel volo da Philadelphia a Roma, “hanno fatto meraviglie nel campo dell’educazione, nel campo della salute”. “Devo riconoscere – ha affermato il Papa – che noi siamo in ritardo nell’elaborazione della teologia della donna, dobbiamo andare piu’ avanti questo si’, e’ vero. Le donne prete – pero’ – non si possono fare, san Giovanni Paolo II lo ha detto chiaramente, non perche’ le donne non abbiamo la capacita’: nella Chiesa sono piu’ importanti le donne che gli uomini”. Ma, ha aggiunto il Papa, “la Chiesa e’ donna, e’ la sposa di Cristo, e la Madonna e’ piu’ importante dei Papi, dei vescovi, dei preti”. Nella lunga conversazione con i giornalisti che viaggiavano con lui, Papa Francesco ha anche sottolineato che “il popolo americano ama le suore”. “Non so quanto ami i preti – ha continuato – ma le suore le ama, tanto, e sono donne brave! Per questo ho sentito l’obbligo di ringraziarle per quello che hanno fatto. Una persona importante del governo statunitense mi ha detto in questi giorni: la cultura che ho, la devo prima di tutto alle suore. Hanno scuole in tutti i quartieri, ricchi, poveri, lavorano con i poveri”. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.