TwitterFacebookGoogle+

Papa, non bombardate la Siria "Inutili i muri contro i migranti"

(AGI) – CdV, 28 set. – “Quando sento la parola bombardamento, morte, sangue, ripeto quello che ho detto al Congresso americano: bisogna evitare queste cose”. Sull’aereo che lo riportava a Roma da Philadelphia, Papa Francesco ha risposto cosi’ a una domanda sull’annuncio di Hollande che ha cominciato i bombardamenti contro l’Isis in Siria. Poi prudentemente Bergoglio ha aggiunto: “ho avuto la notizia l’altro ieri e non conosco ancora bene la situazione. La situazione politica non la giudico perche’ non la conosco”.

Il premier francese, Manuel Valls, aveva dichiarato che i bombardamenti francesi in Siria hanno come obiettivo “le roccaforti dell’Isis dove si sono addestrati quelli che attaccarono la Francia”, per cui ritiene che il suo Paese agisca “per legittima difesa”. Parlando alla stampa dopo l’annuncio dell’Eliseo dell’inizio dei bombardamenti, Valls ha segnalato che la Francia sceglie in maniera autonoma gli obiettivi, anche se li realizza i raid in coordinamento con i suoi alleati, principalmente gli statunitensi. Dopo aver fatto notare che i bombardamenti continueranno “il tempo che e’ necessario”, Valls ha ricordato che la Francia “adatta la sua strategia” e agisce “su tutti i fronti nella lotta contra il terrorismo, bombardando l’Isis”.

Da un anno l’esercito francese opera contro il gruppo terroristico in Iraq con caccia Rafale e Mirage 2000 e un contingente di oltre 700 effettivi; ma in Siria si limitava finora a inviare armi e strumenti di telecomunicazione per i ribelli. Valls ha insistito sulla “necessita’ di una transizione politica e democratica sulla base dei negoziati di Ginevra con gli elementi moderati dell’opposizione e con elementi del regime” siriano, ma ha nello stesso tempo ha insistito sul fatto che il presidente “Bashar al-Assad non possa essere la soluzione in Siria”. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.