TwitterFacebookGoogle+

Papa: se cristiani danno scandalo comprensibile farsi atei

(AGI) – CdV, 29 ott. – “Se come cristiani diamo un cattivo esempio, si capisce che venga detto: ‘se questo e’ cristiano io mi faccio ateo'”. Lo ha affermato Papa Francesco nell’Udienza Generale di oggi. “Spesso come Chiesa facciamo esempio di fragilita’ e limiti: tutti ne abbiamo, tutti siamo peccatori. Nessuno puo’ dire io non sono peccatore”, ha esordito il Pontefice invitando poi la folla dei presenti: “Alzi la mano se qualcuno puo’ dirlo. Vediamo quanti”. “Questa fragilita’, questi limiti e nostri peccati e’ giusto che procurino in noi un profondo dispiacere, soprattutto quando diamo cattivo esempio e ci accorgiamo di diventare motivo di scandalo”. Ad esempio, ha continuato Bergoglio, “quanti ne vediamo nei nostri quartieri, cristiani di cui si puo’ dire ‘sta sempre in Chiesa ma sparla di tutti, spella tutti, ma che cattivo esempio!'”. “Attenzione – ha concluso il Papa – e’ un peccato questo. Cosi’ la nostra testimonianza e’ negativa. Chiediamo a Dio di non essere motivo di scandalo”. (AGI) .
Vai sul sito di AGI.it



Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.