TwitterFacebookGoogle+

Papa: troppe lacrime a Natale, Gesu' trasformi armi in aratri

(AGI) – CdV, 25 dic. – “Davvero tante lacrime ci sono in questo Natale insieme alle lacrime di Gesu’ Bambino”. Papa Francesco ha concluso con questa amara constatazione il suo messaggio di Natale, letto dalla Loggia della Basilica di San Pietro prima della benedizione “Urbi e t Orbi”. “Cari fratelli e sorelle, che lo Spirito Santo – ha pregato ad alta voce ed in mondovisione – illumini oggi i nostri cuori, perche’ possiamo riconoscere nel Bambino Gesu’, nato a Betlemme dalla Vergine Maria, la salvezza donata da Dio ad ognuno di noi, ad ogni uomo e a tutti i popoli della terra”. “Il potere di Cristo, che e’ liberazione e servizio, si faccia sentire – ha invocato Bergoglio – in tanti cuori che soffrono guerre, persecuzioni, schiavitu’. Che con la sua mansuetudine questo potere divino tolga la durezza dai cuori di tanti uomini e donne immersi nella mondanita’ e nell’indifferenza. Che la sua forza redentrice trasformi le armi in aratri, la distruzione in creativita’, l’odio in amore e tenerezza”. “Cosi’ – ha concluso il Papa – potremo dire con gioia: ‘I nostri occhi hanno visto la tua salvezza’. Con questi pensieri auguro Buon Natale a tutti!”. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.