TwitterFacebookGoogle+

Parioli, ritrovate gambe amputate in un cassonetto. C'è un sospettato

Erano legate tra loro con nastro adesivo da pacchi le gambe trovate ieri sera all’interno di un secchione di viale Maresciallo Pilsudski a Roma. Lo si apprende da fonti investigative. Al setaccio, da subito, i bidoni dell’immondizia della zona per cercare le altri parti del corpo che finora non sono state ritrovate. Sulla vicenda indaga la Squadra Mobile. Al vaglio della Polizia anche le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza del quartiere che potrebbero aver ripreso il responsabile. Dal primo accertamento medico legale sembra si tratti di gambe di una donna. Sarà, comunque, l’esame autoptico a fornire ulteriori elementi: come il dna della vittima o eventuali impronte digitali lasciate dall’assassino. Ancora da chiarire lo strumento utilizzato per tagliarle all’altezza dell’inguine. Non si esclude che possa trattarsi di un’ascia oppure di una sega. E’ di questo momento la notizia che ci sarebbe un sospettato. Secondo quanto si è appreso, l’uomo sarebbe in queste ore interrogato in Questura. Sulla vicenda sono in corso indagini della squadra mobile di Roma diretta da Luigi Silipo. La procura ha aperto un’indagine per omicidio.
realizzato da: Mariacristina Massaro/AGF / AGF

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.