TwitterFacebookGoogle+

Parla don Angelo Chizzolini: “Caso montato ad arte per fare pubblicità alle mie spalle”

Il prete: “Faccio appello al buon senso e all’intelligenza già dimostratomi di molti di non fraintendere le mie parole”
di Giò Barbera – 12 settembre 2015 –

Onzo.  “Dopo il tam tam degli articoli usciti ieri e oggi su molti giornali e social newtork, articoli imprecisi e di basso taglio professionale, il mio caso è stato montato ad arte per creare pubblicità alle spalle del sottoscritto”. Lo dice don Angelo Chizzolini, parroco di Onzo, piccolo paese della Valle Arroscia sulle alture di Albenga.

“Con ciò in via ufficiale ribadisco quanto segue: come cittadino italiano se avessi una casa di proprietà non la darei a degli extracomunitari, ma semmai a degli italiani bisognosi, in secondo luogo come prete sono d’accordo con l’accoglienza se, e ripeto solo se, ci sono le condizioni per accogliere – prosegue il sacerdote –  Dal canto suo la parrocchia e nel particolare la canonica di Onzo è già in uso di una persona bisognosa, al suo interno vi è anche la cappella invernale, i locali del catechismo e delle prove di canto, sotto c’è una stanza data ad esempio in uso alla proloco per qualche manifestazione e a disposizione della comunità e un garage dato alla protezione civile, il tutto in via gratuita per il bene del paese”.

Lo stesso parroco precisa anche che: “In terzo luogo dichiaro di non aver mai detto a nessuno: “do fuoco alla canonica piuttosto di darla ai migranti” bensì se la casa è mia ne faccio quel che voglio, ma poichè la canonica non è di mia proprietà, ma della parrocchia in quanto responsabile ne dispongo, come  cittadino italiano, cristiano e prete, per aiutare un italiano bisognoso – e precisa anche che – Inoltre i fedeli oltre a non essere pronti a far fronte ad un eventuale arrivo di migranti, non vedono di buon occhio tale situazione. Faccio appello al buon senso e all’intelligenza già dimostratami da molti di non fraintendere le mie parole o di manipolarle e a coloro che vogliono i migranti di aprir loro le porte delle proprie abitazioni”, conclude don Angelo Chizzolini.

http://www.ivg.it/2015/09/parla-don-angelo-chizzolini-caso-montato-ad-arte-per-fare-pubblicita-alle-mie-spalle/

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.