TwitterFacebookGoogle+

Parolin incoraggia Guardia Svizzera e Gendarmeria

CdV – “Assicurare ordine, tranquillita’ e decoro” sono le funzioni alle quali sono chiamati i gendarmi e le guardie svizzere che “con il loro quotidiano lavoro, garantiscono la sicurezza all’interno dello Stato della Citta’ del Vaticano, specie in tempi nei quali occorre la massima vigilanza”. Lo ha detto il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, presiedendo in San Pietro la celebrazione per il Giubileo dei due corpi militari dello Stato Vaticano. “Perche’ questo possa accadere – ha affermato – e’ necessario mantenere la giusta fierezza per il fatto di essere scelti per un compito delicato, che va realizzato con alto senso di responsabilita’ e, d’altro canto, riconoscere che, nonostante la buona volonta’ di tutti, non sempre tutto potra’ essere come dovrebbe, che il limite delle situazioni e delle persone rendono necessario fare quello che l’apostolo Paolo raccomandava ai colossesi, vale a dire rivestirsi “di sentimenti di misericordia, di bonta’, di umilta’, di mansuetudine, di pazienza, sopportandovi a vicenda e perdonandovi gli uni gli altri”. “Celebrare insieme il giubileo, in una basilica che e’ anche abituale luogo di servizio, significa dunque – per i due corpi militari del Vaticano – fare “una sosta per accostarsi a una sorgente d’acqua pura e riprendere il cammino con piu’ slancio e sicura speranza”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.