TwitterFacebookGoogle+

Parte Festivaletteratura a Mantova, gli appuntamenti di Eni: obiettivo Africa

Anche quest’anno Eni (consolidando una una collaborazione iniziata nel 2008) è partner del Festivaletteratura di Mantova, uno degli appuntamenti culturali italiani più attesi dell’anno: cinque giorni di incontri con autori, letture, percorsi guidati, spettacoli e concerti con artisti provenienti da tutto il mondo. Per Eni la protagonista di questa edizione è l’Africa, una terra legata al cane a sei zampe fin dagli anni Cinquanta e con ancora più forti prospettive di crescita, grazie ai recenti successi esplorativi. Eni, presenza strategica di business integrato con le attività di sostenibilità, continua a essere il primo operatore straniero in Africa, a conferma della sua capacità di entrare in relazione profonda con il territorio, nel segno della cooperazione e dell’integrazione.

Gli appuntamenti di questa edizione

Eni organizza all’interno della kermesse l’evento Inedita Energia, dedicato alla ripubblicazione di articoli, testi e racconti degli anni Cinquanta e Sessanta, provenienti dalla storica rivista aziendale Il Gatto Selvatico (voluta da Enrico Mattei e diretta dal poeta Attilio Bertolucci) con la partecipazione di ospiti prestigiosi chiamati a dibattere sul tema del volume. L’idea è quella di condividere non solo un libro realizzato da Eni, ma anche di cogliere un’opportunità di dibattito sui temi della cultura e della società. L’evento è cresciuto nel tempo e oggi è tra i più attesi da parte degli affezionati del Festival.

Quest’anno Inedita Energia (10 settembre, ore 11.30, Piazza Castello, Mantova) prende spunto da Viaggio in Africa, volume accompagnato da uno straordinario corredo iconografico di immagini selezionate con il supporto di Camera-Centro Italiano per la Fotografia e provenienti dall’archivio storico Eni e da altri famosi patrimoni documentali.

L’incontro Inedita Energia è moderato da Neri Marcorè e prevede la partecipazione di Ingy Mubiayi, esponente italo africana della letteratura di migrazione; Pietro Bartolo, medico di Lampedusa e protagonista di Fuocoammare di Gianfranco Rosi; Jean Léonard Touadi, senior advisor FAO; e Jacopo Fo che racconta l’esperienza di Il Teatro Fa Bene in Mozambico.

Completa la presenza di Eni al Festival la mostra fotografica Viaggio in Africa, in collaborazione con Camera (6-10 settembre, Atrio degli Arcieri, Palazzo Ducale) che prosegue il racconto sul continente africano. Grande valore aggiunto è la presenza di alcune fotografie inedite di Mimmo Jodice. Una seconda tappa della mostra, con una selezione di immagini, sarà riproposta a Ferrara in occasione del World Press Photo 2017 (29 settembre- 29 ottobre 2017).

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.