TwitterFacebookGoogle+

Partorisce 'feto-rana', choc in Zimbabwe

Cape Town – Una gravidanza iniziata come un dono del cielo si è conclusa con una tragedia: una donna dello Zimbabwe ha dato alla luce, poco prima della fine del tempo, una creatura assomigliante a una rana, morta poco dopo. Grande sconcerto tra gli abitanti del villaggio nella regione di Gokwe di fronte all’evento. Secondo quanto riferito dal quotidiano The Herald, i due neo genitori, Nomore e Precious Nyathi, sconvolti, hanno tenuto la creatura morta nella loro stanza da letto per alcuni giorni, prima che i vicini informassero le autorità locali.

La donna è stata portata all’ospedale in stato di choc dopo aver dato alla luce la strana creatura. “E’ stata nostra paziente per gli esami di routine insieme ad altre donne incinte. Eravamo molto scioccati quando è arrivata in compagnia del marito e alcuni vicini hanno detto che ha partorito una ‘rana’”, ha riferito una fonte. Il marito ha spiegato di avere conservato il feto alcuni giorni in casa perché il fatto lo aveva lasciato sconvolto. “E’ stata un’esperienza infernale che mi perseguiterà tutta la vita”, ha raccontato la donna.

Drammatico scherzo della natura o credenza popolare? Lo stesso interrogativo se lo pose la Bbc nel giugno del 2004, per un caso simile accaduto a una donna in Iran. La Bbc, che riportava una notizia del quotidiano iraniano ‘Etemaad’, però dette al fatto una spiegazione scientifica: in quel caso la larva di una rana si sarebbe introdotta nel corpo della donna accrescendosi poi al suo interno. Allora i medici riscontrarono nella misteriosa creatura caratteristiche tipiche delle rane, come la forma delle dita e della lingua, ma anche caratteristiche umane. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.