TwitterFacebookGoogle+

Pasticciere si rifiutò di preparare la torta di nozze a coppia gay, la Corte suprema Usa gli dà ragione

Pubblicato il 04/06/2018 –

La Corte suprema degli Stati Uniti ha dato ragione a un pasticciere che si era rifiutato di preparare una torta di nozze per una coppia di persone dello stesso sesso in nome del Primo Emendamento. Per i giudici la richiesta violava i diritti religiosi di Jack Phillips, cake artist e proprietario di Masterpiece Cakeshop, in Colorado, protestante anglicano.

La sentenza annulla il pronunciamento della Commissione per i diritti civili del Colorado che aveva stabilito che il commerciante avrebbe dovuto servire tutti i clienti, a prescindere dal loro orientamento sessuale e che con il suo comportamento aveva violato le leggi anti-discriminazione dello Stato. Una legge, quest’ultima, che vieta ai commercianti di rifiutare i propri servizi in base alla razza, al sesso e allo stato maritale. Ma per la Corte suprema (7 sì e 2 no) la commissione per i diritti civili del Colorado ha mostrato ostilità verso la religione. Il giudice Anthony Kennedy, che con il suo voto aveva aperto al riconoscimento delle nozze gay negli Stati Uniti nel 2015, ha affermato nella sua opinione di maggioranza che la questione «deve attendere una ulteriore elaborazione».

Protagonisti della vicenda i promessi sposi David Mullins e Charlie Craig, che nel 2012 si erano visti negare la torta per il loro fatidico sì. Un caso che aveva diviso l’America: da un lato gli attivisti dei diritti gay schierati con la coppia gay, dall’altra i sostenitori di Phillips e della sua pasticceria. Ricorsi analoghi sono pendenti, incluso uno alla Corte suprema da parte di un fiorista che si è rifiutato di vendere fiori per un matrimonio gay.

http://www.lastampa.it/2018/06/04/esteri/pasticciere-si-rifiut-di-preparare-la-torta-di-nozze-a-coppia-gay-la-corte-suprema-usa-gli-d-ragione-9qoo7JDRICgdhf6tpL1pFN/pagina.html

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.