TwitterFacebookGoogle+

Pd: D'Alema, se compagni chiedono daro' una mano

AGI) – Firenze, 12 set. – “Non vivo nella condizione cosi’ difficile, anche umanamente, in cui vivono Cuperlo, Speranza, che sono messi di fronte a scelte, anche umanamente, pesanti. Io apprezzo molto questi compagni: non sono moltissimi quelli che hanno tenuto la schiena diritta, e a loro riconosco un ruolo di guida e di leadership”. Cosi’ Massimo D’Alema, durante un dibattito sul palco della Festa dell’Unita’ di Firenze con Gianni Cuperlo. “Io non ho ne’ l’eta’ ne’ il desiderio di fondare partiti – ha aggiunto D’Alema – daro’ una mano, ma non spetta a me questa decisione. La mia passione e la mia partecipazione e’ intensissima. Sono molto preoccupato del futuro della sinistra italiana: io mi rimetto a questi giovani. Io gli daro’ una mano”. .
Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.