TwitterFacebookGoogle+

Per Clinton c'è la Russia dietro cyber-attacchi, Trump con Putin

Roma – “Sappiamo che i servizi di intelligence russi hanno hackerato i computer del Democratic National Committee e sappiamo che hanno organizzato la diffusione di gran parte di quelle mail. E sappiamo anche che Donald Trump ha mostrato un molto preoccupante sostegno nei confronti di Putin”.

E’ l’accusa lanciata da Hillary Clinton in una intervista alla Fox News, riguardo al cyber-attacco subito dai server del Democratic National Committee nei giorni scorsi. La candidata democratica alla Casa Bianca punta quindi il dito direttamente contro Mosca e accusa il suo rivale Repubblicano, Donald Trump, per il suo appoggio al leader del Cremlino. Da giorni negli Stati Uniti monta il timore che la Russia possa cercare di influenzare l’esito delle elezioni americane.

L’Fbi ha fatto sapere ieri che sta esaminando le denunce di ‘cyber-intrusione’ ricevute da molteplici entità politiche. Secondo il New York Times, l’attacco ai sistemi informatici democratici sembra provenire da ‘FancyBear’, che è collegato al G.R.U, il servizio di intelligence militare russo, “lo stesso operatore implicato nell’attacco al Comitato nazionale” del Partito democratico. La fonte è interna alla polizia federale: “E’ lo stesso avversario”, ha detto, “Sono attori sofisticati”.

Il Partito democratico americano aveva fatto sapere di essere stato bersaglio di un attacco informatico e lo staff di Hillary Clinton aveva aggiunto a caldo che è stato esso stesso vittima di un ‘hackeraggio’. Oggi i sospetti si materializzano nelle dichiarazioni della Clinton che accusa direttamente Mosca. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.