TwitterFacebookGoogle+

Per Gulen richiesti 2 ergastoli e pene per 1.900 anni

Istanbul – I procuratori turchi hanno chiesto due ergastoli e pene per, complessivamente, 1.900 anni di prigione per Fetullah Gulen, l’uomo considerato il mandate del tentato colpo di Stato del 15 luglio scorso. In un fascicolo di 2.527 pagine, confezionato dalla magistratura di Usak nell’ovest del paese, l’ex alleato di Recep Tayyp Erdogn e oggi suo acerrimo nemico viene accusato di “tentata distruzione dell’ordine costituzionale attraverso a forza” e di “formazione e guida di un gruppo terrorista”.

Lo ha riferito l’agenzia Anadolu. Intanto a Istanbul 83 mandati di arresto sono stati emessi nei confronti di altrettanti funzionari giudiziari, arrestati nell’ambito dell’indagine scaturita all’indomani del tentato golpe. L’emissione dei mandati arriva a 48 ore di distanza dalla detenzione di altri 136 funzionari giudiziari, mentre altri 17 sono stati tratti in arresto nel pomeriggio di ieri.Nelle settimane seguite al golpe sono stati 173 i funzionari giudiziari arrestati, mentre il totale degli arrestati è salito a 35 mila, 17 mila dei quali sono attualmente detenuti in carcere, arresti domiciliari per gli altri. Sono invece quasi 80 mila, in base all’ultimo bilancio reso noto dal premier Binali Yildirim, le persone sospese a vario titolo dal proprio incarico. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.