TwitterFacebookGoogle+

Perché Cicciolina ce l'ha tanto con Luigi Di Maio

Continua la campagna di Luigi Di Maio contro i vitalizi e dopo la pioggia di critiche per aver citato come cattivo esempio un deputato morto da un anno, il vicepresidente della Camera si trova ad avere a che fare con una sua celebre (ex) collega: l’onorevole Ilona Staller, in arte Cicciolina, la pornostar portata a Montecitorio negli anni ’80 dai Radicali di Marco Pannella. 

In un post pubblicato sulla bacheca Facebook di Di Maio, Staller pretende scuse ufficiali e minaccia querela.

Nel post, la ex onorevole ricorda di aver preso 20mila voti, di essere stata assiduamente presente a Montecitorio per tutta la legislatura (dal 1987 al 1992) e di aver presentato 20 proposte di legge (sul sito della Camera, riporta però Repubblica ne risultano in realtà una decina, oltre a una ventina di interrogazioni). La Staller afferma di percepire un assegno da 2mila euro netti al mese e lo confronta con lo stipendio da deputato di Di Maio. Infine, anche lei lo rimbrotta per aver “menzionato anche un morto defunto da anni”.

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.