TwitterFacebookGoogle+

Perché la questione voucher non riguarda l'edilizia

La ‘questione voucher’ non interessa l’edilizia, anzi: l’adozione del sistema di pagamento e contribuzione che sarà sottoposta a referendum la prossima estate sarebbe destabilizzante per il settore. “I voucher per noi non rappresentano una necessità urgente. Abbiamo una dinamica e un modo di operare diverso, per noi sarebbero destabilizzanti. dice il presidente dell’Ance, Gabriele Buia, “Noi preferiamo parlare di buona occupazione, di politiche attive. Piuttosto bisognerebbe chiedersi perché c’é una forte richiesta di voucher. Perché non attingere per un periodo 1-2 mesi a questo tipo di forza lavoro? Ma nel nostro settore preferiamo parlare di flessibilità dedicata, che non deve spaventare i sindacati”, Sugli effetti dei voucher nel settore ha spiegato che “accettare voucher di 10 euro in un sistema che costa anche 27 euro ll’ora porterebbe elementi distorsivi al mercato”. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.