TwitterFacebookGoogle+

Perché è morto Davide Astori. Depositata la perizia medica

Depositata in Procura a Udine la perizia medica sulla morte di Davide Astori, il capitano della Fiorentina trovato morto all’età di 31 anni il 4 marzo scorso, nella camera dell’hotel “La’ di Moret” dove si trovava con la squadra. La notizia è riportata dal Messaggero Veneto di Udine. L’elaborato porta la firma dei medici legali Carlo Moreschi e Gaetano Thiene, i professionisti che il pm Barbara Loffredo, titolare del fascicolo avviato sul caso per l’ipotesi di reato di omicidio colposo, aveva incaricato di svolgere l’autopsia sul corpo del calciatore.

“È una perizia ponderosa e la collega ha cominciato a studiarla – ha affermato il procuratore capo di Udine Antonio De Nicolo – Non appena il lavoro sarà terminato, si deciderà se proseguire con gli accertamenti, oppure chiedere l’archiviazione del procedimento, che continua a essere a carico di ignoti”.

“Capitano, ti ricorderò sempre”. Gonzalo al Franchi omaggia Astori e dona una maglia del San Lorenzo – https://t.co/E1x8Sp66kc pic.twitter.com/8g338Z4Ey7

— Violanews Fiorentina (@violanews) 7 giugno 2018

Il primo responso dell’esame autoptico, eseguito due giorni dopo il ritrovamento del corpo senza vita di Astori, aveva indicato la causa del decesso in una “morte cardiaca senza evidenze macroscopiche, verosimilmente su base bradiaritmica con spiccata congestione poliviscerale ed edema polmonare”.

Leggi l’articolo del Corriere della Sera

Il referto, in sostanza, aveva chiarito come il cuore del calciatore avesse rallentato il proprio ritmo, mentre era immerso nel sonno, fino a fermarsi del tutto. L’elaborato in mano alla Procura contiene anche l’esito di “approfonditi esami istologici seriati” che gli stessi medici legali avevano indicato come necessari, ai fini di una esaustiva lettura dei fatti. 

Articolo originale Agi Agenzia Italia

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.