TwitterFacebookGoogle+

PERDONO AI PECCATORI

BergoglioIl perdono va ai peccatori, secondo Francesco.

Il Monarca finto francescano della seconda potenza economica e azionaria del mondo, a supporto dell’egemonia capitalistica, continua a lanciare ditirambi, dopo che sulla povertà, anche sulla varietà letteraria di chi si allontana da Dio.
 
Il problema tragico anche per noi cittadini è che i corrotti d’oltretevere vengono stipendiati dallo Stato italiano.
Senza la complicità e i trucchi legislativi propri dei parlamentari “corrotti” la Santa Sede non incasserebbe oltre nove miliardi di euro l’anno.
 
Su tale indecente finanziamento pubblico della chiesa, oltre il doppio di quello dei partiti, tutti tacciano, eccetto DA, e la moltiplicazione dei pesci prolifera, anche della stella cometa ora trasformata in cinquestelle comete.
 
Terribile l’abbuono concesso ai peccatori che per lui “saranno” perdonati.
 
La pedofilia è peccato condonabile, la corruzione no.
 
Terribile la svista del perdonatore.
 
Il Vaticano continua ad eludere le diffide ricevute dall’ ONU per quanto riguarda la mancata protezione dei minori, oltre quelle ricevute dalla Comunità Europea sulla mancata osservanza della normativa in materia bancaria.
Documento ONU
 
Vietato nominare il nome di IOR invano.
 
 
Giacomo Grippa
Segretario Provinciale di Lecce di Democrazia Atea

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.