TwitterFacebookGoogle+

Petrolio: prezzi arretrano a NY, Wti resta sopra 29 dollari

(AGI) – New York, 16 feb. – Il prezzo del petrolio arretra a New York. Il congelamento della produzione ai livelli (record) di gennaio concordato da Russia, Arabia Saudita, Venezuela e Qatar ha smesso di dare impulso agli acquisti. Gli investitori sembrano considerare l’iniziativa insufficiente a limitare gli effetti sulle quotazioni dell’eccesso di offerta che caratterizza il mercato.
Il light crude Wti di New York perde 37 cent a 29,07 dollari al barile, il Brent di Londra cede 55 cent a 32,84 dollari al barile.
.

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.