TwitterFacebookGoogle+

Picchia la moglie e le brucia gli abiti, mandato ai domiciliari

Torino – Ha prima picchiato la moglie, ha dato fuoco ai suoi vestiti e li ha buttati fuori dalla finestra, poi sceso in strada ha litigato con un passante arrivato in soccorso della donna. Fermato dai carabinieri e’ stato pero’ rimesso agli arresti domiciliari ai quali si trovava gia’ per altri reati. E’ accaduto ad Alba, in provincia di Cuneo. Protagonista un 40enne pregiudicato del luogo, ai ‘domiciliari’ per reati contro il patrimonio e la persona. I militari, intervenuti su richiesta di alcuni vicini di casa in corso Europa, hanno verificato che l’uomo, durante un acceso diverbio con la moglie, una 35enne albese, oltre a percuoterla, le aveva incendiato alcuni vestiti gettandoli, ancora in fiamme, dalla finestra di casa. Poi, violando i domiciliari, scendeva in strada dove veniva alle mani con un 38enne del luogo, sopraggiunto prima dell’arrivo dei carabinieri per difendere la donna. I due contendenti e la donna sono stati quindi accompagnati in ospedale per essere medicati. E il 40enne e’ stato denunciato per evasione, danneggiamento, incendio doloso e lesioni personali. Il pregiudicato pero’, su disposizione del P.M. di turno, al termine degli accertamenti, e’ stato riaccompagnato dai militari nel suo alloggio agli arresti domiciliari. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.