TwitterFacebookGoogle+

'PigGate', Tory imbarazzati difendono Cameron su sesso e droga

(AGI) – Londra, 21 set. – Alla fine l’intero partito conservatore, in imbarazzo, ha eretto le difese contro le accuse di una goliardia giovanile decisamente eccessiva arrivate al primo ministro britannico David Cameron nella notte fra domenica 20 e lunedi’ 21 settembre. Diversi esponenti dei Tory, parlando con la stampa del Regno Unito, hanno negato ogni ricostruzione scandalistica di quello che gia’ viene chiamato ‘PigGate’ (da ‘pig’, maiale), dopo che il Daily Mail ha pubblicato gli estratti di un libro che sara’ sugli scaffali a breve e in cui si racconta, ma e’ appunto tutto da provare, di atti sessuali che sarebbero stato praticati dall’attuale premier con la testa di un suino morto, come rito di iniziazione in un club di soli ragazzi all’universita’ di Oxford. Con accuse anche di consumo di droghe leggere, fra un festino e l’altro. Downing Street, la residenza del primo ministro, non ha commentato ufficialmente, ma fonti vicine al premier hanno detto al Guardian che Cameron rigetta, chiaramente, ogni accusa. La biografia non autorizzata e non ufficiale e’ stata scritta da Lord Ashcroft, ex finanziatore dei conservatori, insieme alla giornalista Isabel Oakeshott, con un passato in diverse testate fra le quali il Sunday Times. E alla notizia dell’imminente pubblicazione diversi politici dell’opposizione hanno preso con ironia le ricostruzioni, come ad esempio il leader di quei liberaldemocratici ex alleati in coalizione fino allo scorso 7 maggio, Tim Farron, che su Twitter si e’ detto “grato di essere vegetariano”. Fra le tante ricostruzioni, tutte chiaramente da provare e che si basano su interviste a persone che a meta’ degli anni Ottanta studiavano a Oxford, colpisce soprattutto quella relativa al rito di iniziazione. Cameron, queste le accuse, faceva parte di un club di soli ragazzi e un giorno a una festa avrebbe messo le sue parti intime nella bocca di un maiale morto. L’incredibile ricostruzione pero’ e’ stata presa assai seriamente dalla stampa britannica, che oggi nella sua totalita’ ha riportato la notizia della pubblicazione del libro, soprattutto per il credito solitamente rivolto a un personaggio del calibro di Lord Ashcroft. Fra due settimane, fra l’altro, si aprira’ il congresso autunnale dei conservatori e la pubblicazione di queste ricostruzioni non facilitera’ di certo un premier che e’ stato riconfermato lo scorso 7 maggio alle elezioni politiche ma che nelle ultime settimane non ha goduto di ottima stampa, complice anche il suo approccio alla questione migranti. Dell’avventura con la testa del maiale, e’ scritto nel libro, esisterebbero anche prove fotografiche che sarebbero state viste da un attuale parlamentare, non si sa se di destra o di sinistra. Cosi’ come esisterebbero diverse persone che hanno descritto l’amore del gruppo degli allora amici di David Cameron per le droghe leggere da fumare durante le feste. Il Guardian fin dalla mattina di lunedi’ sottolineava comunque come fra Lord Ashcroft e Cameron i rapporti si siano deteriorati negli ultimi anni e come gia’ da tempo il noto uomo d’affari e filantropo si sia allontanato parecchio dal partito conservatore. (AGI) .

Vai sul sito di AGI.it

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.