TwitterFacebookGoogle+

Pinerolo, seminarista si uccide 4 mesi dopo la sorella

AI MOMENTI di preghiera in seminario non manca mai nessuno. I novizi, che non sono poi molti, si contano l’un l’altro, e ieri mattina, all’opera salesiana Rebaudengo Monte Oliveto di Pinerolo, hanno impiegato solo qualche minuto a capire che c’era un assente. All’appello mancava un novizio di 23 anni, originario della Polonia ma residente a Rivoli con la famiglia da anni. Lo hanno trovato alle 10, impiccato a un albero nel parco del seminario che sorge dove si incontrano la val Chisone e la val Pellice. Da tempo il giovane soffriva di crisi depressive.
E’ stato il direttore del seminario a trovarlo. I carabinieri della compagnia di Pinerolo hanno confermato l’ipotesi del suicidio. Il giovane ha scelto quel luogo dedicato soprattutto alla meditazione e al silenzio dove spesso amava passeggiare. Non ha lasciato biglietti di spiegazione. Probabile che dietro  al suo gesto ci sia anche l’angoscia per la morte della sorella minore, suicida anch’essa, ad appena 18 anni, lo scorso febbraio a Collegno. Un colpo da cui il ragazzo, entrato in seminario due anni fa, non si era più ripreso.
«La comunità salesiana lo conosceva bene – si legge in una  nota dei Salesiani piemontesi -. Tutti i novizi sono un grande arricchimento per la Congregazione e la Chiesa; per questo il nostro dolore è grande. Ora ci si raccogliamo nel silenzio e nella preghiera assieme alla famiglia».
Sono stati i salesiani stessi ad avvertire i parenti, che abitano a Rivoli, e che hanno dovuto vivere per la seconda Volta in T pochi mesi lo stesso dramma.
Ieri il corpo del novizio è stato trasportato nella camera mortuaria del cimitero di Pinerolo; a disposizione dell’autorità giudiziaria. «Siamo addolorati e sconcertati» dicono ancora i religiosi che dirigono la scuola per futuri preti, quello che anche il giovane polacco aveva deciso di diventare prima di voltare le spalle alla vita.
Carlotta Rocci

(la Repubblica 15 giugno)

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.