TwitterFacebookGoogle+

Pinotti, sicurezza comune deve concentrarsi nel Mediterraneo

Bruxelles – Il Mar Mediterraneo e il suo bacino rappresentano il banco di prova dell’Unione europea e la sua capacità di lavorare in maniera comune per la sicurezza e la difesa. Ed è anche il punto da dove può ripartire la spinta integrativa dell’Ue. Lo ha detto il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, intervenendo in Parlamento europeo per la presentazione del documento “La visione italiana per una difesa europea più forte”. Per Pinotti “non c’è dubbio che è il Mediterraneo il luogo in cui debba rivolgersi principalmente l’attenzione dell’Europa”. Flusso migranti, rischio di infiltrazione di terroristi e salvataggio: il Mar Mediterraneo “è il luogo dove l’Italia per prima si è assunta da sola il ruolo di difesa e soccorso di vite umane” e con le proprie possibilita’ “l’Italia poteva continuare a gestire da sola” la situazione, assicura Pinotti. Tuttavia, “ritenevamo che potesse essere motivo di spinta europea”. (AGI) 

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica; viene aggiornato saltuariamente e non può quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge 62 del 07/03/2001. Inoltre viene utilizzato materiale tratto da siti/blog che possono essere ritenuti di dominio pubblico. Se per qualsiasi motivo gli autori del suddetto materiale, o persone citate nello stesso non gradissero, è sufficiente una email all'indirizzo apocalisselaica[@]gmail.com e provvederemo immediatamente alla rimozione.